La Loggia Nera

Forum su anime, manga, videogiochi, musica, letteratura, esoterismo e tutto ciò che concerne la cultura nerd (e non solo).


    La proiezione del proprio conflitto interiore sull'altro

    Condividi
    avatar
    AkiraSakura
    Admin

    Messaggi : 931
    Data d'iscrizione : 07.04.16
    Località : Torino

    La proiezione del proprio conflitto interiore sull'altro

    Messaggio  AkiraSakura il Mer Apr 13, 2016 11:18 pm

    Di questa cosa ne parla anche Jung nel suo libro rosso. Sostanzialmente, un meccanismo della psiche umana, da quel che ho osservato sia in me stesso che negli altri, consiste nel trasferire le proprie pulsioni egotiche su di un'altra persona o cosa, che magari ha innescato con il suo aspetto e/o comportamento dei meccanismi inconsci rimossi risalenti ad esperienze sgradevoli del proprio vissuto.

    Questo processo ha radici molto profonde, anche a livello archetipale. Basta pensare ai rituali voodoo, nei quali ad un feticcio vengono associati capelli,  denti ecc. della persona da maledire, in modo tale da proiettare la sua immagine - che in realtà ha riesumato una nevrosi - sul totem.

    Inutile dire che l'identificazione giochi un ruolo molto importante in questo processo. Se io non mi identifico con A, non posso proiettare il mio astio verso B che è diverso da A. Però rinunciando all'identificazione, si rinuncia anche ad una consistenza personale. Diciamo che l'identificazione è un po' come l'AT FIELD, se lo togli completamente, A=B e non è più possibile definire il proprio ego.

    E' possibile affrancarsi da tale meccanismo? In una certa misura sì, mediante la consapevolezza della sua esistenza. Oppure no?

    Parliamone.


    _________________


    MyAnimelist

      La data/ora di oggi è Dom Dic 09, 2018 11:03 pm